come capire se si tratta di un ascesso?

0
0

Salve.. Vado subito al sodo.. Da due giorni ho dei fastidi alla gengiva superiore destra,(che è un po più rossastra rispetto al normale e un po gonfia), non ho avuto dolori forti per niente, ma semplici fastidi a volte più forti a volte proprio innocui, i fastidi più forti li avverto quando rido e allargo la bocca.. Lavo i denti e, si sento un po di dolore, ma non sanguina , il dente attaccato a questa gengiva non mi fa male per niente, è un dente che è stato otturato tempo fa e che adesso presenta un po di tartaro formatosi su di esso.. Quindi ricapitolando, un ascesso viene con dolori lancinanti, giusto? Io ho avuto solo fastidi.. Un acsesso rende sensibile il dente? A me non fa male completamente.. L unico motivo che mi porta a pensare ad un ascesso è che oggi mi sono svegliata con la faccia “leggermente” gonfia.. Per i prossimi tre giorni non posso andare dal dentista.. Però ho bisogno di capire cosa potrebbe essere.. Mi date un aiuto? Grazie mille..

  • sefora ha chiesto 2 anni fa
  • ultima modifica 2 anni fa
  • Devi effettuare il prima di commentare
0
0

Gentilissima Paziente,

l’ascesso è una raccolta di materiale infiammatorio localizzata ad una zona della bocca. E’ costituito sia dai batteri che ne sono causa sia dai “guerrieri” che il nostro organismo produce per contrastarne la diffusione: ossia i vari tipi di globuli bianchi. L’ascesso si manifesta con qualcuno di questi sintomi: gonfiore, dolore, arrossamento , aumento di temperatura, e riduzione in una specifica funzione dell’ organo interessato. Possono essere presenti tutti o solo alcuni di questi sintomi.
Gli ascessi in bocca solitamente hanno una origine gengivale (detta parodontale) per presenza di tasche, tartaro e perdita di osso; oppure una origine dal dente (endodontica) quando l’ascesso deriva dall’ evoluzione di una carie complicata con infiammazione della polpa e perdita di sostanza dentale che talvolta porta alla frattura del dente stesso.
E’ indispensabile la visita dal dentista per fare la diagnosi corretta e inizia la terapia idonea. In attesa una cura con Antinfiammatori/antidolorifici può essere utile. Se il gonfiore è imponente talvolta si può iniziare precocemente una terapia con antibiotici, Attenzione però alle allergie ai farmaci.

dr Davis Cussotto

  • Devi effettuare il prima di commentare
Mostra 1 risultato
La tua risposta

Esegui il login prima.