estrazione dente giudizio

0
0

Buongiorno,
in data 3 novembre mi sono sottoposta ad estrazione dente giudizio destro e semincluso cariato.
Non ho nessun dolore, solo un po’ di gonfiore. Ma tuttora sento la parta destra del labbro e mento ancora introrpiditi e addormentati. La radice del dente era molto vicina al nervo. Il dentista mi ha rassicurato e mi ha prescritto Deltacortene e Nicetile fiale, oltra al Klacid antibiotico che già prendevo. In più sto assumendo pasticche di Betotal.
Sono molto preoccupata e vorrei qualche vostra opinione a riguardo.
Cordiali saluti

  • Devi effettuare il prima di commentare
0
0

Salve Maria,
la terapia del collega è quella esatta

Il nervo alveolare inferiore trasmette la sensibilità dei denti dell’arcata inferiore e del labbro inferiore.
La sua lesione comporta l’anestesia di queste strutture, tipicamente sperimentata dai pazienti in modo temporaneo a seguito dell’iniezione dell’anestetico locale praticata dal dentista in studio odontoiatrico. L’anestesia del labbro inferiore insorta a seguito di una manovra odontoiatrica è generalmente mal tollerata.
Le cause più frequenti di lesione del nervo sono gli interventi di estrazione del dente del giudizio, interventi di posizionamento di impianti dentari, iniezione per eseguire anestesia tronculare, e contatto di materiale endodontico conseguente alla devitalizzazione di un elemento dentario.
Generalmente il nervo è in grado di “autoripararsi” in quanto le sue fibre ricrescono all’interno del canale osseo che lo contiene. In questo caso non è necessario intervenire chirurgicamente e la ripresa funzionale avviene nel giro di 6-12 mesi, generalmente in modo incompleto.
E’ indicato un intervento di microchirurgia ricostruttiva nel caso in cui si manifestino dolori, disestesie (alterazioni della sensibilità) molto fastidiose, oppure non si verifichi una consistente ripresa spontanea della sensibilità entro 6 mesi.
In questi casi si esegue un intervento di microchirurgia ricostruttiva consistente nell’individuare il nervo tramite la rimozione di una finestrella ossea nella mandibola per ripararlo al microscopio operatorio. A volte è necessario sostituire la parte di nervo leso con una porzione di nervo sostitutivo.
Se sono passati più di 18 mesi dall’evento lesivo, il potenziale rigenerativo può venir fornito dal nervo alveolare inferiore controlaterale.
L’esame strumentale che documenta l’avvenuta lesione ed il grado di ripresa del nervo è il test di sensibilità trigeminale. Il neurologo somministra un leggero segnale elettrico alla regione anestetizzata e registra la contrazione riflessa del muscolo masseterino. Il lato leso non avrà risposta contrattile muscolare o sarà registrabile solo per stimoli molto superiori rispetto a quelli del lato sano.

Spero di esserLe stato utile,

Pietro Leone

  • Devi effettuare il prima di commentare
Mostra 1 risultato
La tua risposta

Esegui il login prima.