RISCHIO NUOVO ASCESSO?

0
0

Gentili esperti, sono una ragazza di 22 anni, e volevo raccontarvi la mia situazione, per avere un riscontro, o almeno per tranquillizzarmi.
Circa un mese fa, ho estratto il mio primo dente del giudizio inferiore dx, che tirato per le lunghe dopo un mese di sofferenze, dopo non mi ha più dato problemi.
Il suddetto terzo molare, negli anni scorsi, ovviamente diverse volte mi aveva causato dolore per la crescita, ma solo a maggio, con la persistenza del dolore, mi creò il primo ascesso ( nell’arco di un pomeriggio mi ero completamente gonfiata). Seguii una prima cura di antibiotico Macrolid per una settimana che quando permise l’attenuazione del dolore e del gonfiore, interruppi per un giorno. Si ripresentò un secondo ascesso la stessa sera, sempre velocemente, anticipato da un formicolio fastidioso alla gola (presente anche la prima volta). Con il cambio del dentista, feci una seconda cura di antibiotico, con Rocefin IM e cortisone. Al termine riuscì nell’estrazione e tutto andò per il meglio. Ho fatto questo lungo preambolo per spiegare il lungo mese di dolori subito, al quale non vorrei veramente riandare incontro per una seconda volta, mi riferisco principalmente all’ascesso che per l’appunto vorrei se possibile prevenire.
Al momento è una settimana che il terzo molare sx mi dà dolore( risultato anch’esso da estrarre dopo una tac dal mio precedente dentista, in quanto sprovvisto di spazio per crescere). venerdì scorso infatti il dolore era intenso, avevo difficoltà a deglutire, fischi alle orecchie, ma nessun dolore al tatto o rigonfiamento. Al momento, dopo una settimana, il tutto si è affievolito, permane un leggero fastidio al dente, anche se non invalidante ( nel mangiare o nel parlare ), ed il leggero fastidio alla gola ( forse dovuto anche all’ansia), che come già spiegato era il sentore di ascesso su cui mi basavo di più.
Il mio dentista al momento è in ferie, e dato che vengo considerata anche un po’ ipocondriaca dalla mia famiglia, prima di insistere con una visita da un dentista nei dintorni disponibile, volevo chiedere se fosse il caso di preoccuparmi, e nel caso ci fosse possibilità di un nuovo ascesso, quali fossero i sentori da considerare.
Mi scuso in anticipo per il lungo discorso, ma è l’unico modo che vedo in questo momento per tranquillizzarmi un po’. Vi ringrazio anticipatamente.

Città
senigallia
  • Devi effettuare il prima di commentare
Mostra 0 risultati
La tua risposta

Esegui il login prima.