Come avere denti perfetti?

Se ti piace l'articolo condividilo!

Quest’oggi ci tocca l’arduo compito di fornire ai nostri lettori il segreto che tutti i pazienti odontoiatrici vorrebbero sapere: come faccio ad avere denti sani, forti e soprattutto belli, insomma dottore come faccio ad avere dei denti perfetti???

Beh se fosse una cosa semplice noi dentisti non avremmo studiato per 6 anni volumi pieni di protocolli rigidissimi e immagini poco piacevoli. Tuttavia la missione è sí ardua ma non impossibile. Analizziamo quindi le domande che piú frequentemente ci rivolgono i pazienti e diamo una risposta utile, concreta e immediata ad ognuna di esse!!

Come faccio a evitare la carie?

Dire che bisogna lavare i denti tre volte al giorno dopo colazione, pranzo e cena è davvero troppo semplicistico. La carie è legata a tre fattori: scarsa igiene, alimentazione ricca di carboidrati semplici e predisposizione genetica. Dando per assodato che su quest’ultima disgrazia non si possa intervenire, bisogna assolutamente ridurre dolci e bevande zuccherate (soprattutto quando non si possono poi spazzolare i denti) in special modo fuori dai pasti principali.

Ma dottore, io lavo i denti 10 volte al giorno e continuo ad avere un sacco di denti cariati, com’è possibile??

Con lo spazzolino si evitano gli accumuli di cibo e placca sulla superficie masticatoria dei denti, ma non quelli tra gli spazi interdentali. Lo spazzolino da solo può molto, ma non può tutto! Deve essere accompagnato da filo interdentale per gli spazi interdentali stretti e scovolino per gli spazi larghi, infine può essere supportato da un collutorio non troppo aggressivo.

Si però dottore io non ho una buona manualità e poi sinceramente mi scoccia perdere tutto questo tempo…

In media sono sufficienti meno di 10 minuti al giorno per pulire bene tutti i denti, non mi sembra un’eternità! E con gli spazzolini elettrici e gli idropulsori di ultima generazione è possibile rimuovere molta più placca in un lasso di tempo ancora inferiore. Tre spazzolate al giorno, tolgono il dentista  di torno (almeno per sei mesi)!

Il mio problema sono le gengive, sono gonfie e sanguinano spesso. Ho letto su internet che questi sono i segni della parodontite, perderò tutti i denti vero dottore??

Innanzitutto niente panico! Il sanguinamento e il gonfiore sono segni tipici di gengive infiammate e sofferenti. Ma ciò non è sinonimo necessariamente di parodontite. Inoltre, qualora essa venga diagnosticata dal dentista, potrà essere limitata nei suoi effetti più gravi, come la perdita dei denti, a patto che però si cominci una terapia ad hoc. La terapia prevederà la rimozione del tartaro, la riduzione della carica batterica, l’istruzione ad una corretta igiene domestica e la “messa in sicurezza” di più denti possibili.

In tv hanno tutti dei denti bellissimi, come faccio ad avere dei denti bianchi come le star?

Premesso che i denti del vicino sono sempre più bianchi (battuta che fa riflettere sul fatto che spesso è un’alterata percezione la nostra), il colore dei denti dipende da molte cose: ereditarietà genetica, carie, fumo, traumi dentali, assunzione frequente di cibi coloranti (caffè, vino rosso, liquirizia, cola) e disordini sistemici. Tuttavia per ognuna di queste cose esiste un rimedio. Lo sbiancamento non è la panacea di tutti i sorrisi, talvolta bisogna ricorrere a un restyling più radicale. Denti con forme anomale, con smalto e dentina discromici o diastemati, possono essere resi più bianchi e armoniosi tramite l’applicazione di faccette.

Ma non è che queste faccette dentali si staccano?

Grazie alle proprietà fisiche dei nuovi materiali e alle proprietà chimiche dei nuovi adesivi, la cementazione delle faccette è sicura e affidabile a lungo termine. A patto che il caso del paziente sia stato adeguatamente selezionato (assenza di parafunzioni o anomalie dell’occlusione) e siano state usate tutte le precauzioni in fase di cementazione (isolamento con diga).

A dire il vero mi preoccupa un pò il fatto di dover “limare i denti” solo per una questione di bellezza…le faccette indeboliscono i denti?

Nel caso delle faccette la quantità di dente rimossa è davvero minima ed entro lo spessore dello smalto, parliamo di 1-2 mm al massimo.

Mia figlia invece ha un bel colore e una bella forma, ma ha i denti tutti storti!! ho provato a convincerla a mettere l’apparecchio fisso ma è troppo brutto!!

Dando per assodato che l’ortodonzia tradizionale rimane la scelta più indicata nei casi più complessi, se non l’unica a volte per ottenere una chiusura perfetta, esistono ormai delle alternative molto estetiche. L’ortodonzia linguale (con fili e brackets nascosti) e gli allineatori (mascherine trasparenti) vantano un sempre maggiore impiego all’interno degli studi odontoiatrici, garantendo risultati sempre più affidabili e predicibili.

Un’ultima domanda dottore, mio marito ha estratto alcune radici anni fa, deve per forza mettere la dentiera per sostituire i denti persi?

No, qualora ci sia una sufficiente quantità di osso o qualora sia possibile intervenire con procedure di innesto e rigenerazione ossea (ne parliamo in un altro articolo), può ricorrere agli impianti dentali. Le procedure di inserimento degli impianti sono ormai consolidate da protocolli affidabili e sono completamente prive di dolori durante l’intervento. Anche i fastidi post-operatori sono sempre più ridotti grazie alle manovre sempre meno traumatiche. Il successo ha percentuali superiori al 90% a 10 anni.

Dopo aver risposto alle più frequenti domande che ci pongono i nostri pazienti quotidianamente, vi forniamo i nostri 10 comandamenti per un sorriso perfetto con l’auspicio che li tramandiate a parenti amici, fidanzati, colleghi e vicini di casa.

I Dieci Comandamenti per un sorriso perfetto
  1. Scegli un dentista che ti ispiri fiducia, che ti ascolti e lasciati guidare
  2. Spazzola i denti 3 volte al giorno usando un dentifricio contenente fluoro (dopo colazione, pranzo e cena)
  3. Non spazzolare i denti subito dopo aver assunto cibi o bevande acide (aspetta 30 minuti)
  4. Ricorda di andare ai controlli (almeno ogni 6 mesi)
  5. Non utilizzare il bicarbonato da cucina e limone per sbiancare i denti
  6. Usa filo, scovolino o idropulsore per gli spazi interdentali
  7. Non fumare
  8. Non sottovalutare nessun fastidio
  9. Non rassegnarti a denti che si muovono e a gengive che sanguinano, potrebbe non essere troppo tardi
  10. Non desiderare i denti degli altri (puoi averli, seguendo i precedenti consigli)!
Se ti piace l'articolo condividilo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.