Un quadro dettagliato sull’otturazione e la ricostruzione del dente

Se ti piace l'articolo condividilo!

L’otturazione dentale è il trattamento odontoiatrico restaurativo messo in atto per riparare piccole fratture dei denti, carie o superfici danneggiate. I materiali utilizzati per le otturazioni dentali sono: composito, porcellana e amalgama d’argento.

In cosa consiste l’otturazione di un dente?

Nel caso in cui si dovesse notare un aumento di sensibilità dentale il problema potrebbe scaturire da una perdita di smalto. Questo tipo di sensibilità dei denti può essere notevolmente ridotta o completamente eliminata tramite un’otturazione, ossia l’applicazione di un materiale di otturazione dentale appropriato. Ma in alcuni casi, a seconda della grandezza della superficie danneggiata o della carie, il dente interessato può richiedere procedure aggiuntive o alternative, tra cui:

  • Corone dentali per i denti che necessitano di un sostegno maggiore piuttosto che una tradizionale otturazione.
  • Impianti dentali e ponti dentali nel caso di danni irreparabili del dente.
  • Devitalizzazioni (insieme a trattamento antibiotico) per i denti danneggiati sul nervo, infetti o con ascesso.

Consulto per la ricostruzione di un dente e piano di trattamento

I pazienti che effettuano visite dentistiche regolari notano sicuramente che uno dei problemi di salute orale più comunemente rilevati durante l’igiene dentale programmata è la carie. In tal caso il dentista esaminerà il dente sospetto utilizzando una sonda dentale, e farà una radiografia per determinare l’entità e la posizione esatta della carie.

Suspectedmethmouth09-19-05closeup (1)

Carie

Una volta stabilita la necessità di procedere con l’otturazione del dente, il dentista consiglierà le opzioni più idonee per il riempimento (filling) e la chiusura della cavità per evitare ulteriori danni al dente. Sulla base della storia medica, della posizione della carie, delle esigenze estetiche, il dentista consiglierà quale possa essere l’opzione di trattamento migliore. Queste opzioni includono la ricostruzione diretta in composito, amalgama (in disuso), oro o intarsi creati in un laboratorio odontotecnico, o utilizzando apparecchiature CAD/CAM.

In base all’opzione prescelta, il dentista può essere in grado di completare immediatamente la ricostruzione del dente.

In preparazione al trattamento, la zona circostante il dente colpito sarà anestetizzata con un anestetico locale.

Se necessario, è anche possibile ricevere una forma di sedazione per garantire il massimo comfort.

Otturazione di un dente: come avviene la ricostruzione di un dente

Il dentista inizierà la procedura di ricostruzione dentale preparando il dente e le zone circostanti necessarie per ripristinare l’area danneggiata. Rimuoverà la carie con un trapano odontoiatrico o il laser. A questo punto la superficie viene pulita per rimuovere i batteri o detriti prima che la procedura venga completata.

Carie

Carie

Il primo passo per eseguire una procedura di riempimento in composito comporta l’isolamento del dente tramite diga. L’isolamento è fondamentale in una riparazione in composito, perché impedisce all’umidità di interferire con il processo di otturazione del dente. Il dentista dovrebbe quindi applicare una soluzione di acido fosforico sulla superficie del dente naturale. L’azione dell’acido sulla superficie del dente rinforza il legame del composito e della colla odontoiatrica al dente. La procedura di attacco richiede il posizionamento dell’adesivo odontoiatrico seguito dal materiale composito, che viene poi indurito con una luce polimerizzante e scolpito per una migliore estetica e per assicurare una chiusura consona. Una volta completato, il restauro risulta funzionale e dall’aspetto naturale.

Il pre-trattamento di sbiancamento dei denti può essere consigliato per far coincidere il colore del restauro in composito con il colore dei denti naturali. Se lo sbiancamento risultasse necessario, il dentista può aspettare da 14 a 21 giorni prima di effettuare i restauri diretti in composito per garantire un adeguato e durevole legame con la struttura naturale del dente.

Guarigione e convalescenza

Dopo che la cavità è stata riempita, il dentista discuterà con voi delle procedure che dovreste eseguire per evitare che la carie si riformi sotto o intorno all’otturazione, o in altri denti.

Si dovrebbero spazzolare i denti almeno due volte al giorno con un dentifricio al fluoro, passare il filo interdentale o lo scovolino almeno una volta al giorno fissare gli appuntamenti con il dentista per il check-up e l’igiene di routine. Nel caso in cui vi sia una predisposizione alla carie, il dentista potrebbe anche suggerire le sigillature per prevenire l’accumulo di placca e la formazione conseguente di carie.

Inoltre, dal momento che la dieta e la nutrizione influenzano la salute orale, bisognerebbe mantenere una dieta equilibrata e limitare l’assunzione di cibi e bevande dolci, e spuntini tra i pasti.

Ricostruzione di un dente: Otturazione diretta e indiretta

La ricostruzione diretta è una procedura con la quale il dentista utilizza dei compositi per riempire cavità, riparare incrinature, chiudere i vuoti tra i denti (diastemi) e ricostruire i bordi logori dei denti.

La procedura di ricostruzione diretta in composito solitamente si completa in un’unica visita odontoiatrica. Trattamenti più ampi e complessi possono richiedere ulteriori visite.

Gli stessi materiali compositi possono essere applicati direttamente e scolpiti sulla superficie dei denti più esposti quando si sorride, per trasformazioni del sorriso minimamente invasive. Mentre i dentisti li chiamano faccette dirette in composito, molte persone semplicemente si riferiscono ad esse genericamente con il nome di ricostruzioni. La ricostruzione in composito di solito è una soluzione poco costosa per le persone con scheggiature, spazi tra i denti, macchie e perdita di colorazione, lievi curvature e denti storti.

Sebbene le faccette dirette in composito in genere richiedono una preparazione minima, l’abilità e la precisione del dentista determinerà un buon risultato finale.

Per ricostruzione indiretta si intende invece il posizionamento su uno o più denti di una componente realizzata in laboratorio, utilizzando un adesivo odontoiatrico e una luce di polimerizzazione ad alta intensità. Questo metodo viene in genere utilizzato per le corone estetiche, faccette in ceramica, ponti e intarsi inlay/onlay.

La procedura di ricostruzione diretta:

  • Posizionamento di una resina composita sulla superficie naturale del dente per poi essere modellata
  • Utilizzo di una luce polimerizzante per indurire il composito
  • Questi due passaggi saranno ripetuti fino al raggiungimento del risultato finale

La procedura di Ricostruzione indiretta:

  • Posizionamento della giusta quantità di adesivo odontoiatrico sulla superficie della componente preparata in laboratorio
  • Sistemazione della preparazione sul dente
  • Utilizzo di luce polimerizzante per raggiungere il risultato finale

Materiali per l’otturazione di un dente: amalgama e composito

Se dovesse capitare di dover fare una ricostruzione di denti danneggiati o cariati, si avrebbe la possibilità di decidere con il dentista fra varie opzioni come ad esempio il tipo di materiale di riempimento da usare. Si può scegliere se ricevere otturazioni bianche “color dente” (composito o porcellana) o restauri in amalgama color argento.

Molte persone decidono di sostituire le loro vecchie otturazioni in amalgama d’argento con le nuove otturazioni bianche in composito “color dente”. Ci sono una serie di vantaggi e svantaggi associati a entrambe le otturazioni in composito ed amalgama.

Sicurezza e Aspetto

Oltre ad avere un aspetto più gradevole e simile al dente naturale, le otturazioni in composito hanno il potenziale vantaggio di non contenere mercurio o altri metalli che possono essere tossici. La tossicità del mercurio nelle otturazioni in amalgama è un argomento controverso, anche se nessuna ricerca fino ad oggi è stata in grado di evidenziare rischi dovuti al mercurio come componente di otturazioni dentali in amalgama. Tuttavia, alcuni pazienti mostrano un’eccessiva sensibilità al metallo e alcuni hanno segnalato un gusto metallico dopo il posizionamento di queste otturazioni.

Durata

Nel passato le otturazioni in composito non erano così durevoli come quelle in amalgama. Oggi, i produttori hanno fatto grandi passi avanti nel migliorare la resistenza dei materiali in resina composita.  Adesso per esempio è possibile utilizzare le otturazioni in composito per tutti i denti, compresi i molari. Inoltre, i materiali in composito spesso richiedono una preparazione del dente meno invasiva di conseguenza indeboliscono il dente trattato meno rispetto alle otturazioni in amalgama, che spesso richiedono una maggiore preparazione del dente. Tuttavia, otturazioni in amalgama hanno in media una durata maggiore.

Tecnica e tempi

Rispetto alle otturazioni in amalgama il successo delle otturazioni in composito dipende molto dalla bravura del dentista. Le riparazioni di riempimento in composito richiedono anche l’uso di apparecchiature aggiuntive, e la stessa procedura richiede fino a 50% di tempo in più rispetto alla procedura in amalgama. Questi fattori contribuiscono ai maggiori costi connessi alle otturazioni in composito.

Abilità

La maggior parte dei dentisti sono qualificati per fare otturazioni in composito, ma il loro livello di abilità può variare. Selezionare il dentista appropriato è un fattore importante nel trattamento di carie o danni simili. Bisognerebbe chiedere al dentista se abbia ottenuto il tipo di formazione post-laurea che consente ai dentisti di perfezionare le loro abilità nel trattamento di ricostruzione in composito.

 

L’otturazione di un dente in amalgama può ritenersi sicura?

Human_teeth_with_metal_fillings

Ricostruzione in amalgama

Nel corso degli ultimi anni, sono state espresse preoccupazioni riguardo le otturazioni color argento, chiamate anche otturazioni in amalgama. A causa della presenza di mercurio che è un metallo tossico, alcune persone pensano che queste siano responsabili di una serie di malattie, tra cui l’autismo, il morbo di Alzheimer e la sclerosi multipla.

L’associazione dentale americana ADA, la FDA, e numerose agenzie di sanità pubblica dicono che non ci sono prove che le otturazioni dentali causino un danno per i pazienti. Le cause dell’autismo, della malattia di Alzheimer e della sclerosi multipla, sono sconosciute. Inoltre, non vi è alcuna solida prova scientifica per sostenere la tesi che se una persona rimuove le otturazioni in amalgama, sia al sicuro da queste o altre malattie.

Sebbene le amalgame contengano mercurio, quando quest’ultimo si trova in una lega con altri metalli, come l’argento, rame, stagno e zinco, formano una lega stabile che i dentisti usano da più di 100 anni per riempire e preservare centinaia di milioni di denti cariati.

Nel giugno 2008, la FDA ha detto: “le amalgame dentali contengono mercurio, che può avere effetti neurotossici sul sistema nervoso dei feti e bambini in sviluppo.”

E inoltre: “Le donne incinte e le persone che possono avere una condizione di salute che li rende più sensibili all’esposizione al mercurio, comprese le persone con alti livelli di carica biologica di mercurio, non dovrebbero evitare di ricercare cure dentistiche, ma dovrebbero discutere le opzioni con il loro operatore sanitario”.

I cambiamenti sono arrivati in risposta ad una causa intentata da associazioni di consumatori e da persone interessate all’esposizione di mercurio. Per risolvere la causa, la FDA ha accettato di aggiornare il suo sito web.

Costo dell’otturazione di un dente

Le otturazioni in composito sono di solito più costose di quelle in amalgama perché richiedono un processo più sofisticato, materiali più costosi e attrezzature in studio supplementari. I materiali compositi offrono un’estetica nettamente più naturale rispetto ai materiali in amalgama. Coloro che hanno precedentemente ricevuto otturazioni in amalgama spesso ritornano dal loro dentista per sostituirli con quelli in composito. Il costo dell’otturazione di un dente dipende da una varietà di fattori, tra cui:

  • La posizione e il dente sul quale viene eseguita
  • Il numero di superfici dentali che necessitano di otturazioni. Per esempio, un dente può avere una o più superfici interessate dalla carie.

Secondo uno studio da Altrocinsumo condotto nel 2013 su 145 studi dentistici di sei città (Bari, Bologna, Milano, Napoli, Roma e Torino) “I listini dei dentisti per un’otturazione a due superfici su un molare vedono una grande variabilità da 70 a 270 euro.”

Bologna è la città più cara (140 euro) mentre Napoli la più economica (102 euro).

Se ti piace l'articolo condividilo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *