Quali danni provoca il fumo ai denti?

Se ti piace l'articolo condividilo!

denti e fumoFumare nuoce gravemente alla salute…anche a quella del cavo orale!
E’ ormai risaputo che il fumo da sigaretta è tra le principali cause di tumore e infarto. Spesso però non consideriamo le conseguenze che questa cattiva abitudine ha sulla salute del cavo orale, tra cui danni ai tessuti orali e periorali, viso, denti e gengive. Per non parlare delle ricadute, spesso pesanti, sulla sfera personale e sociale del fumatore.

Alcuni esempi.
Le oltre 4.000 sostanze nocive contenute nel tabacco danneggiano immediatamente la pelle compromettendone l’elasticità e il colorito, facendo apparire un fumatore molto più vecchio di quanto non sia. Pelle grigiastra, lieve affondamento delle guance e rughe che si irradiano dalle labbra e dagli angoli degli occhi sono i segni della cosiddetta “faccia da fumatore”.
Il fumo causa macchie giallognole sui denti, siano naturali, otturati o ricoperti da corone; facilita la deposizione della placca batterica e l’accumulo di tartaro, con conseguente aumento delle carie; riduce l’ossigeno presente nelle gengive, permettendo così di sopravvivere solo ai batteri più aggressivi, responsabili delle forme più gravi di parodontite, conosciuta erroneamente come piorrea. Le probabilità di incorrere in questo disturbo, i cui sintomi sono retrazione e infiammazione delle gengive, mobilità dentaria e precoce perdita dei denti, sono per i fumatori assidui tre volte superiori alla media.

Rendendo l’alito sgradevole, il fumo induce a consumare chewing gum e mentine che, ricchi di zucchero e acido citrico, contribuiscono l’erosione progressiva dello smalto dei denti. L’uso di tabacco comporta una riduzione o alterazione del gusto e dell’olfatto e aumenta il digrignamento notturno dei denti, causando dolori facciali, cefalea e ulteriore usura delle superfici dentali.

Il fumo è un fattore di rischio anche per le apnee del sonno, patologia che causa numerosi micro risvegli durante la notte, diminuendo drasticamente la qualità del riposo.

Da non trascurare, infine, che oltre l’80% circa di tutti i tumori maligni della bocca (labbra, guance, lingua, gola, gengive, etc.) è attribuibile all’uso di tabacco. E il rischio di sviluppare una di queste forme tumorali aumenta con l’assunzione congiunta di
tabacco e alcool. Smettere di fumare è dunque il miglior modo per ridurre i rischi per la nostra salute. Adottando corretti stili di vita è possibile prevenire le malattie fumo-correlate e gli inestetismi provocati dal fumo. Anche il tuo dentista potrà spiegarti i vantaggi del non fumare.

Fumo di sigaretta e salute dei denti: Il tuo dentista consiglia

Per un fumatore l’igiene orale domiciliare, anche se attenta ed accurata, non è sufficiente. Consigliata una visita di controllo ogni 3-4 mesi per valutare se è necessario intervenire con una seduta di igiene orale professionale.

Quando il sorriso (malato) è testimonial della lotta al fumo

Il Parlamento Europeo ha recentemente approvato un provvedimento che impone di mostrare sui pacchetti di sigarette, al di sopra del logo della marca, avvisi e foto
shock.

La nuova normativa, piuttosto restrittiva, cerca di tutelare, in molteplici modi, la salute della popolazione.

Si attende ora che i Paesi membri recepiscano la normativa comunitaria: ci vorrà dunque ancora del tempo prima che in Italia compaiano foto shock sui pacchetti di sigarette, così come già accade in altri Paesi.

Se ti piace l'articolo condividilo!

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.