Endodonzia

La parola endodonzia deriva dalle parole greche “eno” (dentro) e “odous” (dente).
La terapia endodontica è il trattamento volto  a curare l’infezione e a proteggere il dente da eventuali successive infezioni e viene effettuato sulla polpa dentale.
La terapia endodontica comporta la rimozione completa di tutto ciò che si trova nel canale radicolare. L’area del canale viene pulita e decontaminata e successivamente riempita con un materiale inerte come la guttaperca.

Dopo la terapia endodontica il dente è devitalizzato. Il paziente non sente più nessun dolore in quanto il tessuto nervoso è stato rimosso e l’infezione eliminata.

I pazienti sono spesso timorosi di subire una terapia endodontica. Questa paura è tuttavia ingiustificata in quanto la procedura, se eseguita da un dentista esperto, è indolore.

La morte della polpa può verificarsi a causa di una profonda carie o della rottura del dente:
I batteri penetrano e distruggono la polpa. Quando questi superano il forame della radice raggiungono l’osso e lo infettano provocandone l’indebolimento, i legamenti intorno al dente si gonfiano e il dente può diventare mobile.
La terapia endodontica consente di salvare il dente e di prevenire successive infezioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.